Mio padre, Ivan Palermo, è una delle persone di cui ho più stima al mondo. Giornalista scomodo, finito in Rai a subire il mobbing aziendale, in pieno processo di mercificazione dell’informazione, ma rimasto sempre coerente e capace di strappare una lacrima, un sorriso e 10.000 riflessioni con ogni suo programma, almeno finché ha potuto esprimersi. Da tempo è in pensione e quel pozzo di conoscenze storiche e spirito critico è ormai patrimonio delle poche persone care che gli rimangono....
Il Magnifico Rettore dell’Università di Brescia, Chiar.mo Prof. Maurizio Tira, annulla la scuola estiva. Un motivo in più per partecipare!

Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza! Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo! Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza!
CRISI ECONOMICA E LOTTE SOCIALI NELL’UNIONE EUROPEA

Ormai di casa a TeleSur! E mentre il mio spagnolo de Romanord indietreggia, il presentatore mi saluta in un italiano perfetto. Vergogna e Rivoluzione!
Dal 25 al 29 agosto si terrà a Seriate (BG) la seconda scuola estiva internazionale diretta da Giulio Palermo in cui si parlerà di teoria marxista, istituzioni europee, crisi da coronavirus nel contesto della crisi globale e relative vie di uscita anticapitalistica, con l’obiettivo di porre la scienza al servizio della rivoluzione proletaria.

L’Università Critica, l’Università di Brescia e il Coordinamento Comunista organizzano la Seconda Scuola Estiva in CRISI ECONOMICA E LOTTE SOCIALI NELL’UNIONE EUROPEA
Intervista a TeleSur … in spagnolo, con un lieve accento de Roma-nord. En entrevista para teleSUR, el economista Giulio Palermo ofreció un análisis sobre la recesión económica que enfrenta la Unión Europea debido a la pandemia de la COVID-19 y la necesidad de un acuerdo entre los países miembros para superar este problema. teleSUR

In questo video discuto la possibilità di un default totale e incondizionato sul debito pubblico come parte di una strategia anticapitalistica di uscita dalla crisi.
La crisi da coronavirus ha colto di sorpresa l’Unione europea. Quest’ultima era ancora alle prese con la crisi del debito pubblico iniziata nel 2009 e con un sistema bancario molto esposto su questo fronte. Nel campo dell’economia reale, poi, diversi paesi erano in recessione e, nonostante i livelli favorevoli dei tassi d’interesse, gli investimenti rimanevano compressi dalle basse aspettative di crescita e dalle difficili situazioni patrimoniali delle imprese. Sul mercato del lavoro,...

Mostra altro